Pubblicato in: Recensioni&Letture

Harlequin. Space Adventures 2 ~ Recensione

Nuova recensione!

Ho accennato a questo libro già nella recensione del primo della serie, Asteroids, e ora finalmente – con il mio consueto ritardo – vi faccio sapere che ne penso!

harlequin-ebook-coverTitolo: Harlequin. Space Adventures 2

Autore: Avery Q. Isaacs – pseudonimo di Miki Monticelli

Casa editrice: autopubblicato (link)

Genere: Fantascienza, Space Opera

Trama: “Su un’affollata stazione orbitale e in attesa di ripartire per un nuovo incarico, nessuno si aspetta di trovarsi davanti problemi irrisolvibili. Nemmeno Hale Harribow e Fermus Montague, scalcagnati Cacciatori di Reliquie del glorioso passato della Galassia. Non prima di partire, almeno. Peccato che una vecchia fiamma di Hale, in fuga da misteriosi inseguitori e ‘problema’ di professione, si unisca a loro senza esserne richiesta, peccato che aliti da subito sul collo della nuova macchinista del Jolly Roger e che non possa fare a meno di intromettersi su tutto, anche su come va condotta una caccia alla reliquia… ma soprattutto peccato che i due non riescano a liberarsi di lei in fretta come sperano. E ancora di più, che stia macchinando qualcosa. Può essere davvero stato un caso che si sia imbattuta nel Jolly Roger nel momento del bisogno o, come i Cacciatori intuiscono, li sta solo usando come copertura? E cosa nasconde la nuova macchinista?

Costretti a una fuga rocambolesca da una Stazione Mineraria, inseguiti dalla Crimini Interplanetari e da misteriosi assassini inviati da un collezionista senza scrupoli, i nostri stavolta si troveranno invischiati nientemeno che in una faccenda di spie, che li porterà tra pianeti desolati e remoti santuari, a sfuggire fulminee imboscate, sfidare misantropi folli e sinistre superstizioni pur di rintracciare una nuova reliquia. Anche se stavolta, per qualcuno di loro, rischia davvero di essere l’ultima…

Come ho già detto, questo libro è il secondo della serie e ciò significa che se avevo aspettative enormi – ops – già per il primo, per questo si sono allegramente duplicate. Soprattutto perché la trama sembrava promettere benissimo…

Ebbene, le aspettative sono state ampiamente soddisfatte, per mia grande gioia xD

Harlequin mantiene del tutto le promesse di Asteroids: è ironico, coinvolgente e si legge forse addirittura troppo in fretta, considerato che sono più di 400 pagine… mantiene il ritmo per tutto il tempo senza fatica, in un crescendo di intrighi e sotterfugi e azioni sconsiderate e personaggi più o meno strani. Lo stile è lo stesso del libro precedente: terza persona, vari punti di vista che si alternano.

Con questo secondo volume, ho potuto capire meglio alcuni dei personaggi principali, in particolare Duke, di cui nel primo non si diceva quasi nulla. È un personaggio misterioso, che di sicuro ha molto da dare alla storia, e mi ci sono affezionata subito. In Harlequin, poi, è finalmente emersa la Ship con la esse maiuscola della storia – che io avevo iniziato a shippare persino dal finale di Asteroids… – e non potrei essere più felice!

A parte i personaggi principali, che hanno ancora molto da dire, malgrado qui siano già più approfonditi, in questo libro sono apparsi nuovi personaggi secondari, caratterizzati benissimo – alcuni maledettamente irritanti, ammetto. Le sottotrame si sono ampliate e se ne sono aggiunte alcune che mi hanno incuriosita parecchio e che non vedo l’ora di esplorare nei prossimi volumi.

Anche l’ambientazione si è ampliata, sebbene questo libro sia focalizzato più sui rapporti che si cominciano a creare tra i personaggi nuovi. Però, questi nuovi dettagli hanno approfondito ulteriormente un mondo curato in ogni dettaglio e pieno di risvolti interessanti. Quello che mi piace di questa serie, per quanto all’inizio, è che ogni libro, in un certo senso, è una storia a sé, e con un’ambientazione così ampia ci sono un sacco di possibilità e non so cosa aspettarmi dai seguiti.

In questo libro la trama è persino più contorta che nel precedente. Avendo a che fare con spie e contrabbandieri e truffatori, i protagonisti si trovano in mezzo a un intrico di piani e sotterfugi di vari personaggi diversi, ognuno con un proprio obiettivo che contrasta con quello degli altri… un vero casino! Ci sono stati un paio di momenti in cui mi sono chiesta quanto dev’essere stato faticoso destreggiarsi tra tutti questi personaggi, impedire loro di fare ciò che vogliono e scombinare l’equilibrio della storia. Secondo me l’autrice è riuscita egregiamente a “tenerli a bada”.

In conclusione, libro consigliatissimo, anche a chi non ha letto il primo!

Voto: ★★★★✩

Annunci

Autore:

Creatura divoratrice di muffin non ben identificata, dai capelli talvolta castano chiaro e talvolta viola prugna, avvistata recentemente da qualche parte tra i buchi neri supermassicci di Andromeda e il corso di Scienza dei Materiali all'università. Dichiara venti anni anagrafici ma tre cerebrali, e una smodata passione per la musica - metal e non -, le armi bianche, gli sport da combattimento, la Norvegia, il solfato di rame e l'autoironia. Ah, e naturalmente anche per il fantasy, genere che sfregia fin dai tempi della sua prima storia, iniziata a undici anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...