Pubblicato in: Il tè di mezzanotte

Di presunzione, sogni e altre cose belle

Come accennavo anche qui, il fatto è che devo togliermi un sassolino dalla scarpa prima che diventi insopportabile – e più che un sassolino è un macigno, a dire la verità – perché, in fondo, dovreste esservi fatti un’idea sulla mia meschinità e bruttezza spirituale, ormai, rivolte soprattutto alla vasta e variegata categoria degli Esordienti Féntasi e non.

~ Beware! Allarme sarcasmo e kattyverya! ~

Ora, non mi arrogo la presunzione di dire a chicchessia cosa fare o no, dato che in fondo sono solo una tipa qualunque – provvista di sufficiente sarcasmo e collegamento internet – che bazzica per l’ambiente dei suddetti Esordienti Féntasi giusto da tre anni a questa parte; ma tre anni sono comunque un discreto tempo per farsi idee e accumulare una certa quantità di “WTF?“. Continua a leggere “Di presunzione, sogni e altre cose belle”

Annunci
Pubblicato in: Recensioni&Letture

La furia e le stelle ~ Preview

Chi di voi bazzica da un po’ per questo antro delle tenebre si sarà imbattuto in una qualsiasi delle preview trash. Be’, finalmente ho l’occasione per farne una che è tutt’altro che trash, anzi!

Si tratta nienetemeno che una storia tratta da Wattpad, il cui autore ha vinto i Wattys dell’anno scorso ed è perennemente al top della classifica di fantascienza: La furia e le stelle di Abel Montero.

63270075-176-k556783Di recente è partito il preordine del libro su bookabook (potete trovarlo a questo link) e ovviamente, trattandosi di fantascienza, non potevo non dare almeno una sbirciata!

La trama:

Un nastro invisibile lega otto generazioni. Una minaccia nascosta è pronta ad attaccare quattro persone solo apparentemente lontane tra loro. I loro nomi sono Anna, Olivia, Alejandro e Mitiliano. Dal mondo di oggi agli anni settanta del secolo scorso, dal primo dopoguerra e poi indietro verso la fine del diciannovesimo secolo, La furia e le stelle racconta la storia di un libro misterioso, di un tesoro incredibile, e della lotta senza esclusione di colpi per controllarne il potere immenso.

Ma La furia e le stelle è anche un racconto familiare, un canto alla forza dell’amore e un omaggio al coraggio di genitori illuminati, disposti a tutto pur di proteggere i propri piccoli contro forze dal potere inimmaginabile, che vorrebbero manipolare le loro menti e il loro futuro.

“Ci sono famiglie che affondano le loro radici in luoghi sferzati da correnti tormentate.
Ci sono padri guidati da cuori furiosi e brame gridate contro il vento del futuro.
Ci sono madri che lottano per le stelle chiuse negli occhi dei loro figli.
E ci sono figli adorati, inconsapevoli custodi dell’avvenire.
Questa è la loro storia.”

Già dall’anteprima ho notato che l’autore ha uno stile molto poetico, a tratti forse usa qualche perifrasi eccessiva – secondo me – ma capisco come abbia fatto a riscuotere tanto successo: sa scrivere, e molto bene, anche. All’inizio, le frasi molto corte e spezzate mi hanno fatto storcere il naso, da brava fan dei periodi lunghi quattordici righe e con novantasette subordinate inanellate una dentro l’altra, ma mi sono abituata in poche righe.

L’incipit non perde tempo e inizia subito, dalle prime frasi, trasportando il lettore nel mondo e nei pensieri del personaggio PoV. I primi momenti sono ben delineati e pare quasi di vedere le scene svolgersi al rallentatore; anche se chi legge non conosce nulla degli avvenimenti dei personaggi è subito coinvolto. Nei capitoli successivi cominciano a presentarsi personaggi e situazioni molto diverse l’una dall’altra, che fanno presumere una storia complessa, fatta di molte altre storie intrecciate tra loro, come dice anche la trama. E il cliffhanger alla fine dell’anteprima aggiunge punti bonus… xD

Complessivamente, l’anteprima presenta scene d’azione e introspettive ben bilanciate e ben scritte, mi è piaciuta. Sono curiosa di leggere il libro completo!

Pubblicato in: Il tè di mezzanotte, Scrittura

Di ansia, tarda notte e titoli a caso

Ci sarà un giorno in cui imparerò a scrivere titoli decenti per questo tipo di sproloqui… ma a pensarci bene non so nemmeno se arriverà mai, per cui mi devo accontentare.

E se la faccenda dei titoli a caso e della tarda notte si spiega da sola, perché l’ansia?

Quelli Della Regia dicono che ho l’ansia quasi persino per andare in bagno, ma in fondo nessuno li ascolta mai, tantomeno io. Continua a leggere “Di ansia, tarda notte e titoli a caso”

Pubblicato in: Il tè di mezzanotte, Scrittura

Torneo IoScrittore 2017 ~ Fase 1

Dunque, l’iscrizione alla Fase 2 del suddetto concorso si è chiusa da poco ed è giunto il momento per me di blaterare a sproposito come avevo promesso mesi fa. E poi, ho da poco risistemato tutto questo Antro delle Tenebre, sono ancora in fase di esaltazione.

Quelli Della Regia scuotono la testa con aria di sufficienza.

Dicevamo… la Mystica Magica Meravygliosa Fase 1. Continua a leggere “Torneo IoScrittore 2017 ~ Fase 1”

Pubblicato in: Il tè di mezzanotte, Scrittura

Torneo IoScrittore 2017 ~ Impressioni prima della partenza

Ovvero: gli effetti della mancanza di sonno sul cervello di una Vy.

Ma che idiozie sta sparando questa?, starete pensando – Quelli Della Regia lo staranno pensando di sicuro. E avreste anche ragione, per cui facciamo un paio di passi indietro e partiamo dall’inizio.

the-universe-is-a-strange-strange-place-these-facts-are-proof-20-photos-21
Non da questo inizio.

Continua a leggere “Torneo IoScrittore 2017 ~ Impressioni prima della partenza”